Il valore della dichiarazione di successione nelle controversie ereditarie

Il valore della dichiarazione di successione nelle controversie ereditarie

La presentazione della dichiarazione di successione non risolve i problemi ereditari: la spiegazione degli avvocati dello Studio Legale Lambrate

Molti credono che la presentazione della dichiarazione di successione risolva gran parte dei problemi ereditari.

In particolare, è opinione diffusa che la presentazione della denuncia di successione faccia acquisire la qualifica di erede agli soggetti che l’hanno redatta.

Non è così. La Giurisprudenza ha ormai chiarito che la presentazione della dichiarazione di successione e il pagamento della relativa imposta non importano accettazione tacita dell’eredità “trattandosi di adempimenti di contenuto prevalentemente fiscale diretti ad evitare l’applicazione di sanzioni, come tali non implicanti univocamente la volontà di accettare l’eredità” (Cass. Civ. n. 4783/2018).

La denuncia di successione ha, quindi, valore solo fiscale, cioè serve esclusivamente al mero pagamento delle imposte sull’eredità, quindi non determina l’assunzione della qualifica di erede.

Un chiamato all’eredità assume la qualifica di erede solo dopo che ha accettato l’eredità, puramente oppure con beneficio di inventario.

La Legge prevede che tale scelta possa essere presa nel termine di ben dieci anni.

Mentre, quindi, la Legge, sul piano civilistico, consente al chiamato all’eredità di decidere in un lasso di tempo considerevole se accettare l’eredità, accettare l’eredità con beneficio di inventario, oppure rifiutarla, sul piano fiscale il termine è nettamente inferiore.

Il soggetto a cui è devoluta l’eredità, quindi il chiamato all’eredità, deve, infatti, presentare entro un anno dalla morte la dichiarazione di successione all’Agenzia delle Entrate competente e versare l’imposta dovuta.

Richiedi un approfondimento agli Avvocati dello Studio Legale Lambrate, chiamando il numero 02/39562550 o inviando un’email all’indirizzo [email protected]. Visita anche www.studiolegalelambrate.it, nella sezione news giuridiche sono disponibili articoli informativi sulle ultime novità giurisprudenziali.

In primo piano