promo promo
Il controllo della velocità diventa Smart nel tratto compreso tra i comuni di Cernusco sul Naviglio e Pioltello sulla S.P. 103 Cassanese Moderna

Il controllo della velocità diventa Smart nel tratto compreso tra i comuni di Cernusco sul Naviglio e Pioltello sulla S.P. 103 Cassanese Moderna

A partire da 10 marzo 2022 sulla S.P. 103 Cassanese Moderna nel tratto compreso tra i comuni di Cernusco sul Naviglio e Pioltello, il controllo della velocità passa da istantanea a media, mentre sulla S.P.159 Dresano-Bettola entrano in azione tre nuovi dispositivi di videosorveglianza contro l’abbandono dei rifiuti.
@ProgettoSicurezzaMilanoMetropolitana #ProgettoSicurezzaMilanoMetropolitana #AreaMetropolitanaMilano

A partire da 10 marzo 2022 sulla S.P. 103 Cassanese Moderna nel tratto compreso tra i comuni di Cernusco sul Naviglio e Pioltello, il controllo della velocità passa da istantanea a media, mentre sulla S.P.159 Dresano-Bettola entrano in azione tre nuovi dispositivi di videosorveglianza contro l’abbandono dei rifiuti.

Prosegue il piano di attivazioni finalizzato all’innalzamento degli standard di sicurezza, alla tutela dei pedoni e alla salvaguarda dell’ambiente sulla rete stradale di sua pertinenza di Città Metropolitana di Milano nell’ambito del “Progetto Sicurezza Milano Metropolitana”. È da poco concluso infatti, l’intervento di aggiornamento e trasformazione dei sistemi di controllo della velocità (già presenti sul territorio) sulla S.P.103 Cassanese Moderna:

Vediamo cosa cambia e dove sono posizionati i nuovi sistemi attivi dal 10 marzo:

si tratta di sistemi smart di rilevazione della velocità, che sono in grado di individuare il mancato rispetto dei limiti consentiti, in modalità istantanea o media.

Ecco dove sono posizionati

Direzione Brescia:

  • S.P. 103 Cassanese Moderna dal Km 5+280 al km 6+260

Direzione Milano:

  • S.P. 103 Cassanese Moderna dal Km 7+96 al km 6+240

Come dicevamo, questi nuovi dispositivi di ultima generazione – attivi 24 ore su 24 – sostituiscono gli apparati di rilevazione della velocità istantanea già presenti sul tratto stradale, con dispositivi dotati di tecnologia smart. Si tratta di dispositivi che nell’ambito del “Progetto Sicurezza Milano” sono già stati attivati con successo dalla Città Metropolitana di Milano in altri tratti stradali. Monitorando per un perimetro più esteso la velocità percorsa, sul lungo periodo, agiscono in maniera più incisiva ed educativa sul comportamento del guidatore, apportando anche un diverso approccio al controllo della velocità.

Tra gli obiettivi del “Progetto Sicurezza Milano” anche il contrasto ai reati contro l’ambiente come l’abbandono dei rifiuti, che spesso interessa alcuni punti della rete stradale. Per perseguire tale obiettivo, oltre ai 55 dispositivi di videosorveglianza presenti nel territorio di Città Metropolitana di Milano, sono stati installati 3 nuovi sistemi lungo la S.P. 159, il primo dispositivo di videosorveglianza è posizionato al km 2+87 a circa 100 metri dalla rotonda di Colturano, in direzione del Municipio di Colturano, mentre gli altri due sono posizionati dopo la rotonda di Colturano, al km 3+175 e al km 3+048, in direzione della Stef International.

Si tratta di videocamere in funzione 24 ore su 24, dotate di un sistema di “analisi intelligente della scena” che si attiva in presenza di movimenti sospetti nell’area di sosta registrando eventuali illeciti, quali l’abbandono di rifiuti, allertando immediatamente gli organi competenti. Uno strumento fondamentale di contrasto ai reati contro l’ambiente e non solo, che, in più occasioni dall’entrata in azione del “Progetto Sicurezza Milano Metropolitana”, si è rivelato risolutivo anche per la produzione di materiale probante a supporto delle indagini condotte dalle Forze di Polizia su altri reati.

Tutti i dispositivi utilizzati nell’ambito del Progetto, e i dispositivi sulla S.P. 103 per il controllo della velocità e sulla S.P. 159 di video sorveglianza, dialogano e interagiscono con Titan®, la piattaforma proprietaria di Safety21 certificata AgID (Agenzia per l’Italia Digitale) in dotazione alla Polizia Locale, che riceve e gestisce in Cloud informazioni, dati e immagini utili per la constatazione di eventuali infrazioni e per l’elaborazione scientifica di analisi sul traffico.

Come previsto dal “Progetto Sicurezza Milano Metropolitana”, queste nuove attivazioni saranno inoltre supportate da una campagna di comunicazione volta a informare e sensibilizzare gli utenti della strada verso un comportamento sempre più responsabile e virtuoso alla guida.

Informazioni sulle attività realizzate nell’ambito del “Progetto Sicurezza Milano Metropolitana” sono reperibili sul sito web dedicato che ne approfondisce ogni aspetto e dettaglio: www.progettosicurezzamilanometropolitana.it.

In primo piano