Elogio alla lentezza

È passato il tempo del pane fatto in casa e degli inni di Mameli sul balcone, e adesso? Una cosa positiva questa pandemia l’ha lasciata: una maggiore consapevolezza dell’importanza del nostro tempo.
In un mondo in continua evoluzione i cui ritmi sono sempre più in accelerazione, concedersi il lusso della lentezza sembrava impossibile. Ci è voluto un blocco totale, imposto, per poter decidere che cosa fare del proprio tempo; ed è il potere più grande che abbiamo nelle nostre mani.
Mai come in questo momento le lunghe file di attesa agli sportelli della banca dove bisogna presentarsi con appuntamento, guanti, mascherine, ci porta a riflettere di quanto sia preziosa quell’ora che si può dedicare a qualcosa di diverso e più piacevole.
Ma esiste un modo diverso di rapportarsi a questo insostenibile e antico modello bancario, una rivoluzione ci attende, e sono felice e consapevole di essere nel posto giusto nel momento giusto!

Contatti:

www.ettorespini.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *