Visite guidate all’ex Municipio di Segrate

Sabato 22 e domenica 23 settembre tornano le Giornata Europee del Patrimonio nei musei e nei luoghi della cultura con visite guidate, iniziative speciali e aperture di spazi normalmente chiusi al pubblico. In questo contesto il Comune organizza visite guidate all’ “ex Municipio, icona di architettura moderna”.

A far conoscere a tutti gli interessati quella che Bruno Zevi, nel 1970 giudicò “Un’opera originale, tra le più pregevoli realizzate in Italia negli ultimi anni, tra le pochissime degne di essere citate in un rapporto europeo sull’arte”, sarà l’assessore alla Cultura Gianluca Poldi. L’appuntamento è sabato 22 e domenica 23 alle ore 17 al Centro Verdi – Via XXV Aprile.

Sabato 22 settembre “Pianoforte e Anima” – Composizioni classiche e romantiche alternate a brani pianistici di Davide Gullotto, mentre domenica 23 settembre, intrattenimento musicale a cura di Musica XXI.

Condividendo appieno gli obiettivi delle Giornate, Segrate per il secondo anno organizza momenti culturali in linea con i temi proposti in ambito europeo. Con piacere quindi invito tutti a scoprire la bellezza più o meno recondita del nostro ex Municipio, opera per la quale i suoi autori Canella, Achilli, Brigidini e Lazzari vennero nel 1969 insigniti del prestigioso premio IN/ARCH e a intervenire sabato al notevole concerto del compositore e pianista segratese Davide Gullotto e domenica al contributo musicale offerto dagli allievi di Musica XXI di Milano 2.
Gianluca Poldi, assessore alla Cultura

Giornate Europee del Patrimonio

Le Giornate Europee del Patrimonio (GEP) costituiscono il più partecipato degli eventi culturali in Europa, promosso fin dal 1991 dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea. Hanno lo scopo di far apprezzare e conoscere a tutti i cittadini il patrimonio culturale condiviso e di incoraggiarli alla partecipazione attiva per la sua salvaguardia e trasmissione alle nuove generazioni.

Le GEP – European Heritage Days (EHD) si svolgono nei 50 Paesi aderenti alla Convenzione culturale europea ogni anno nel mese di settembre, con un numero stimato di 20 milioni di visitatori e più di 30.000 luoghi della cultura aderenti.

Quest’anno il tema è dedicato a “L’Arte di condividere”, nell’ottica di costruire legami più stretti e significativi fra i luoghi della cultura e i territori, le comunità, le genti che essi rappresentano e per incoraggiare la partecipazione e la valorizzazione del patrimonio culturale dell’Europa quale risorsa condivisa, sensibilizzare alla storia e ai valori comuni e rafforzare il senso di appartenenza allo spazio comune europeo.

In Italia, gli European Heritage Days sono stati recepiti come un’occasione per riaffermare la consapevolezza della centralità del patrimonio culturale e del suo valore storico, artistico, identitario del territorio, attraverso un appuntamento fisso a cadenza annuale cui aderiscono i luoghi della cultura statali e i musei locali, ma anche gallerie, fondazioni e associazioni private. Nel 2017 hanno aderito alle GEP i musei e i luoghi della cultura di tutte le regioni, con l’organizzazione di 1335 eventi su tutto il territorio nazionale, con un incremento del 8,13% rispetto al 2016, e un numero totale di oltre 200.000 visitatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *