Risarcimento del danno: l’automobile incidentata

Il primo danno che l’automobilista subisce, a causa di un incidente stradale, è quello al veicolo, tanto alla carrozzeria quanto al motore, e così via.

Non molti sanno che se l’insieme dei danni riportati dalla propria autovettura, durante un sinistro stradale, supera il valore del veicolo la riparazione è antieconomica.

Nel caso in cui la riparazione sia antieconomica l’Assicurazione non risarcisce il costo della riparazione.

Infatti, in casi simili, l’Assicurazione risarcirà il valore che il veicolo aveva al momento dell’incidente, oltre che i costi di demolizione e di immatricolazione di un nuovo veicolo, nonché la tassa di circolazione per il mancato godimento della vettura.

Gli Avvocati dello Studio Legale Lambrate avvisano che, valutate le circostanze del caso concreto, si può concordare con l’Assicurazione una riparazione in economia, reperendo, ad esempio, pezzi di ricambio usati.

Questa soluzione può essere utile al danneggiato che si trovi nella condizione di ricevere un risarcimento che non consenta l’acquisto di un nuovo mezzo, in quanto quello danneggiato aveva un valore estremamente basso.

In questa situazione, infatti, il danneggiato può subire grave pregiudizio dovuto al fatto che prima del sinistro aveva un veicolo non di valore, ma perfettamente circolante e dopo il sinistro si trovi nella difficoltà di far fronte al costo di un nuovo mezzo.

Per maggiori approfondimenti invia una mail a info@studiolegalelambrate.it o telefona al numero 02/39562550 e visita il sito www.studiolegalelambrate.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *