Patrimonio tra due ex conviventi

COME SI DIVIDE IL PATRIMONIO TRA DUE EX CONVIVENTI?

Il patrimonio comune di due conviventi è spesso alimentato da risorse economiche apportate da ciascun convivente che confluiscono nell’acquisto di una casa comune, nell’acquisto di beni mobili, quali gli arredi, e i risparmi alimentano un conto corrente comune.

Come dividere, dunque, il patrimonio comune in caso di cessazione della relazione sentimentale?

Anzitutto, è bene chiarire che gli apporti economici effettuati da un ex convivente nei confronti dell’altro potranno essere restituiti solo se risultano essere sproporzionati rispetto alle condizioni economiche – sociali del partner.

Diversamente, le attribuzioni economiche effettuate non sono ripetibili, quindi non devono essere restituite, in quanto obbligazioni naturali in adempimento di un dovere morale.

Banalmente, le spese sostenute per l’acquisto di generi alimentari non possono essere richieste dal convivente che le ha sostenute, trattandosi di obbligazioni naturali.

Per contro, l’ex convivente potrà richiedere, invece, la restituzione delle spese sostenute per la ristrutturazione dell’immobile di esclusiva proprietà dell’altro convivente, adibito a casa della famiglia di fatto.

Per quanto riguarda il conto corrente cointestato, il saldo attivo deve essere diviso in parti uguali.

L’orientamento giurisprudenziale maggioritario ritiene che le sostanze residue sul conto corrente si presumono di proprietà di ciascun cointestatario nella misura del 50% per partner.

Gli avvocati dello Studio Legale Lambrate precisano che “tale presunzione può essere superata dal convivente che dimostri che il conto corrente era alimentato dalle sole risorse di uno dei due partner. In tal caso, infatti, il convivente potrà ritirare l’intero saldo di conto corrente ”.

Per maggiori approfondimenti invia una mail a info@studiolegalelambrate.it o telefona al numero 02.39562550 e visita il sito www.studiolegalelambrate.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *